fbpx
logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore.

Via De Pol, 5 – 30033 Noale (VE)
041.442820
 

Blog

Home / BLOG  / TROVA IL TUO POSTO FELICE

TROVA IL TUO POSTO FELICE

Sabato 20 Marzo si celebra in tutto il mondo la Giornata del Felicità.
La Giornata della Felicità è stata istituita dall’ONU il 28 giugno 2012, e stabilisce che:

«L’Assemblea generale […] consapevole di come la ricerca della felicità sia uno scopo fondamentale dell’umanità, […] decide di proclamare il 20 marzo la Giornata Internazionale della Felicità, e invita tutti gli stati membri  […] e i singoli individui, a celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Felicità in maniera appropriata, anche attraverso attività educative di crescita della consapevolezza pubblica.»*

*fonte: Wikipedia

Sembra difficile poter parlare di felicità proprio nei giorni in cui siamo nuovamente a casa. Tuttavia, trovare un proprio Posto Felice dove rifugiarsi nei momenti di sconforto, rabbia o tristezza può aiutarci a ritrovare un po’ di serenità. 

 

Per molti di noi il posto felice è in Acqua!

Come ben descritto dal nostro caro dott. Pelosi, l’Acqua è elemento primordiale, simbolo dell’equilibrio energetico universale, presente in ogni parte dell’universo, dalla congelata coda delle comete alle calde nostre cellule che ne contengono fino all’80%.

In Acqua i pensieri si dilatano e i problemi sembrano scomparire, 
la forza di gravità molla la sua presa e il nostro corpo viene trascinato in una dimensione quasi onirica in cui possiamo sperimentare sensazioni che ci riportano ad uno stato di totale armonia con il cosmo. 

E tu, ce l’hai un posto felice? È un posto che si raggiunge facilmente a piedi o in auto? Oppure è un luogo che si trova nel profondo del cuore e dei pensieri?


Il contributo di oggi viene da Carolina, responsabile Aquafitness Fun.
Buona lettura!

Possibilità

Vi dico la verità, non sono stata mai molto brava a mettere i miei pensieri in un pezzo di carta. Ho sempre preferito parlare faccia a faccia con le persone (meglio ancora se con una alla volta) guardandole negli occhi. Però farò il possibile, immaginandomi di avervi qui, di fronte a me, occhi negli occhi, perché gli occhi sono lo specchio dell’anima.

In quest’anno, trascorso tra alti e bassi, non vi nego di aver pensato in più occasioni di lasciare il mondo dello sport, il mondo dell’acqua, ma ogni volta che l’ho fatto mi tornava in mente la mia università, in Argentina. La meravigliosa esperienza vissuta per sviluppare la possibilità che abbiamo, noi del settore, di agire sulle persone, di scolpirne il fisico e la personalità. Dai più piccoli agli adulti, fino agli anziani, abbiamo la possibilità di donare salute e benessere, non solamente fisico ma anche psicologico.

Impegno e dedizione

Ogni volta che ho pensato di mollare, che mi sono rimboccata le maniche cercando un modo per reinventarmi facendo qualcos’altro, mi tornava in mente mio figlio: con che faccia potevo guardare mio figlio e dirgli ‘’si amore, la mamma ha lasciato il suo lavoro perché in difficoltà’’.
Non posso insegnargli che alla prima difficoltà (e in questo periodo ne abbiamo incontrate tante) si può mollare tutto, specialmente qualcosa che ami e per la quale ti sei impegnato anni, per crescere e diventare sempre più professionale.

L’altro giorno ho avuto la possibilità di rivedere una mia allieva, ci siamo sedute a prendere un caffè a casa sua, mi ha aperto la porta di casa e non solo: mi ha aperto anche il suo cuore.
Con le lacrime agli occhi mi ha detto: “Ti devo ringraziare, perché con il tuo coraggio ed i tuoi -non mollare-, -dai che ce la fai-, -se non riesci ora vedrai che ce la farai più avanti-, sono riuscita a perseguire il mio sogno e nei momenti di difficoltà ti pensavo e mi dicevo NON MOLLARE”.

 

Ditemi, posso permettermi di mollare?
Certo che no, anzi!
Devo continuare ad essere una lottatrice, come ho sempre fatto.
Per me stessa, per mio figlio e la mia famiglia, per voi e per tutte quelle persone che incrocerò lungo la mia strada, alle quali, spero, riuscirò a dare un contributo, per quanto piccolo potrà essere.



 

Mi mancate tanto e sono certa che ritorneremo, più forti di prima. Non mollate. Mai!

Carolina Zorzoli
Coordinatrice Aquafitness Fun